Mancata connessione fibra e indisponibilità linee telefoniche fisse e fax in azienda.

Problemi di connessione fibra e fonia ci impediscono di erogare i servizi di sviluppo e assistenza ai nostri clienti e di gestire le chiamate commerciali in uscita e in ingresso.

Comunichiamo ai clienti e utenti, che è esistente un disservizio sulla linea fibra e fonia negli uffici.

La risoluzione, che era prevista nelle  24 ore, si protrare ormai da giorni. Quindi potrebbe esserci un ritardo nella gestione dei ticket di assistenza e non è possibile ricevere telefonate e fax.

Restano attivi i canali di supporto per segnalazioni che comunque verranno archiviate e prese in carico regolarmente.

Purtroppo attualmente questo è il livello che la TIM offre, considerando che è la meno peggio, direi che abbiamo un serio problema nel nostro Paese. Un problema che va oltre le infrastrutture, l'incapacità tecnica e organizzativa di imprese che dovrebbero essere fondamentali per lo sviluppo del Paese. Un problema anche di senso di responsabilità e serietà.

Probabilmente la colpa è anche un po' nostra, che continuiamo a pagare tasse e servizi pur non usufruendo di nulla di commisurato al livello economico sborsato. Noi ci mettiamo il cuore per fare in modo che questo Paese possa risalire la china che tutti, politici di turno e presidenti amici dei politici incaricati di grandi aziende, hanno contribuito e contribuiscono a distruggere. Mi domando se ne vale la pena, se ha senso trasportare acqua con questo secchio bucato. Siamo noi a dover fare i viaggi con il secchio e siamo noi che dovremmo incazzarci se questo secchio è sempre più bucato.

Perdiamo ragazzi che vanno via giustamente, risorse e futuro. Perdiamo imprese che vanno all'estero, dove una fibra costa la metà e viaggia al doppio della velocità, per non parlare del rapporto tasse/servizi.

Questa è l'Italia e in questo Paese le imprese sono costrette a lavorare, ricordatelo quando pagate gli F24 cari amici imprenditori, ricordate e raffrontate quello che pagate con quello che ottenete e quello che "si perde per strada". 

Voglio restare per dare la possibilità a tanti ragazzi validi di non andare via, di vivere e lavorare dove sono nati e dove hanno gli affetti. Non sono io, ne loro a dover andare via, ma altri devono andare via, cacciati a calci nel sedere. Io vorrei solo che le cose cambino ma per farlo ci vuole una consapevolezza maggiore di quello che possiamo e dobbiamo fare. Ci vuole che ci incazziamo di più per queste cose che non funzionano e non certo di altre cose imposte alla massa come il campionato di calcio o i reality.

Ovviamente le scadenze di tasse e F24, in tutto quest casino e in tutti i disservizi e le battaglie giornaliere che dobbiamo fare, non ammettono 1 solo giorno di ritardo, ma in un Paese come l'Italia tutto e normale...

Scusate lo sfogo, ma ho un'azienda con tanti collaboratori e tanti clienti da aiutare ferma da martedì, uffici chiusi per colpa non nostra, contatti persi perché oltre alla fibra non và nemmeno la fonia. Investiamo nelle tecnologie e poi chi ci deve fornire un servizio sacrosanto se ne frega altamente. 

Saluti dallo staff


Autore: Luca Di Matteo
Email: info@lucasweb.it
Google+: https://plus.google.com/u/0/+LucaDiMatteo-it
Facebook: https://www.facebook.com/lucadimatteo
Twitter: https://twitter.com/lucadimatteo

Condividi Post:

Inserisci un commento:

Inserisci questo codice di controllo: 7584