Modalitā, modulistica e istruzioni per l'adesione al bando voucher digitali I4.0

  • Luca Di Matteo
  • 07/10/2020
  • News
  • Valutazione: 5/5

Di seguito le informazioni sul bando Voucher Digitali I4.0 per l'anno 2020 relativo alle spese sostenute nell'anno solare 2020. Affrettati possiamo gestire un numero limitato di progetti.

BANDO SOSPESO PER RISORSE ESAURITE

La Camera di commercio di Napoli ha approvato il progetto “Punto Impresa Digitale” (PID), al fine di promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle micro, piccole e medie imprese (da ora in avanti MPMI), di tutti i settori economici.

I punti di sviluppo finanziabili a fondo perduto sono:

• La realizzazione di progetti mirati all’introduzione di nuovi modelli di business 4.0 e modelli green oriented;

• L’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze digitali relative al piano Industria 4.0;

• Nuovi interventi di digitalizzazione e automazione funzionali alla continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria Covid-19.

Soggetti beneficiari e requisiti

Possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente Bando le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Napoli, e in regola con il pagamento del diritto annuale.

Il destinatario del voucher è la singola impresa che ha presentato domanda di agevolazione.

Ogni impresa può presentare una sola richiesta di contributo/voucher.

Ambiti di intervento e tipologia di spese ammissibili

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel presente Bando sono diversi, pubblichiamo di seguito un elenco completo ma evidenziamo quelli che possiamo soddisfare noi come azienda:

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

a) robotica avanzata e collaborativa;

b) interfaccia uomo-macchina;

c) manifattura additiva e stampa 3D;

d) prototipazione rapida;

e) internet delle cose e delle macchine;

f) cloud, fog e quantum computing;

g) cyber security e business continuity;

h) big data e analytics

i) intelligenza artificiale;

j) blockchain;

k) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

l) simulazione e sistemi cyberfisici;

m) integrazione verticale e orizzontale;

n) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

o) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

p) sistemi di e-commerce;

q) sistemi per lo smart working e il telelavoro;

r) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;

s) connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente elenco 1:

a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

b) sistemi fintech;

c) sistemi EDI, electronic data interchange;

d) geolocalizzazione;

e) tecnologie per l’in-store customer experience;

f) system integration applicata all’automazione dei processi;

g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

h) programmi di digital marketing.

Sono ammissibili le spese per:

- Servizi di consulenza e/o formazione relativi alle tecnologie di cui agli Elenchi 1 e 2

- Acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie di cui agli Elenchi 1 e 2

Quantificazione dell'incentivo

Le risorse stanziate ammontano ad euro 985.408,00 concesse in regime “de minimis”.

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher. I voucher avranno un importo minimo di € 3.500,00 ed un importo massimo di € 15.000,00.

L’intensità del contributo è pari al 70% dei costi ammissibili. Significa che su un preventivo e fattura di € 20.000 + iva il contributo sarà di € 14.000

Tutte le spese possono essere sostenute dalla data di presentazione della domanda fino al 31/12/2020.

Erogazione del contributo

Le richieste di voucher devono essere firmate digitalmente e trasmesse esclusivamente in modalità telematica, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 8:00 del 15/09/2020 alle ore 20:00 del 15/12/2020.

Il bando è valido per le imprese iscritte alla Camera di Commercio di Napoli ma è attivo anche un bando per la Camera di Commercio di Avellino, cambia solo il valore del voucher, il cui contributo è di € 5.000 a fronte di investimenti di € 7.000 + iva

Provvediamo noi alla gestione dell'intero processo di preventivo e strategia, di acquisizione e presentazione della domanda con nostro partner certificato e accreditato come per i precedenti Voucher già erogati ai nostri clienti.

Il numero di domande che possiamo accogliere è limitato e sarà data priorità ai nostri già clienti se le richieste dovessero essere superiori alla nostra capacità di gestione ed erogazione.

Per richiedere informazioni e per aderire al progetto, è necessario inviare le informazioni seguenti anche via email a info@lucasweb.it oppure contattandoci qui

BANDO SOSPESO PER RISORSE ESAURITE


Autore: Luca Di Matteo
Email: info@lucasweb.it
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/lucadimatteo/
Facebook: https://www.facebook.com/lucadimatteo
Twitter: https://twitter.com/lucadimatteo

Ti piace questo post ? Se lo trovi interessante aiutaci a crescere e condividilo...

Ti č piaciuto questo articolo? Dagli un voto!


Post Correlati :

Inserisci un commento:

Inserisci questo codice di controllo: 8379