Scopri come ottimizzare le tue pagine mobile per il SEO con Google AMP

Una tecnologia di casa Google per ottimizzare e migliorare la fruizione delle pagine su dispositivi mobili che porta vantaggi SEO


Da un po’ di anni si parla di AMP project e Google AMP project. Nascono su iniziativa di Google nel 2015 e nel 2017 già 900.000 domini utilizzavano la tecnologia che ad oggi ha subito una crescita esponenziale. Ma cosa sono queste pagine AMP (Accelerated Mobile Pages) ?
 
Cerchiamo di dare delle indicazioni chiare e semplici per i non addetti ai lavori. AMP è un progetto che parte da lontano e si basa sul framework AMP HTML, che vede subito coinvolti importanti attori e partner tecnologici come appunto Google, ma anche Twitter, Pinterest, WordPress.com, Chartbeat, Parse.ly, Adobe Analytics e LinkedIn.
Poi ci sono tanti editori di tutto il mondo che hanno partecipato all’iniziativa: tra questi il gruppo Condé Nast, The New York Times, The Guardian, El Pais, La Stampa.
Lo scopo ? Velocizzare il caricamento delle pagine web viste dai dispositivi mobili.
 
Quando si realizza una versione mobile AMP del proprio blog o sito, queste vengono non solo segnalate e indicizzate da Google, ma finiscono in una cache sui server del motore di ricerca, quindi il caricamento risulta velocissimo e questo migliora tantissimo il posizionamento dei contenuti di quel particolare link sul motore di ricerca.
Inizialmente la tecnologia è stata pensata per i giornali online, infatti i giornali sono stati i primi ad adottarla. Di fatto si tratta di un linguaggio HTML modificato, basato su un framework HTML. 
 
Google ha dato sempre maggiore peso alla velocità di caricamento dei server e dei siti, da qui la corsa a hosting e server con dischi SSD offerti dai fornitori di soluzioni di hosting.
 
Questa tecnologia si sta diffondendo sempre di più, quindi se hai un sito web e non hai una versione mobile o AMP dovresti seriamente investire in questa tecnologia, specialmente se sai cosa significa SEO e posizionamento sui motori di ricerca

La tecnologia corre velocemente, quindi oggi queste attività vanno affrontate non solo in maniera professionale e seria, ma anche anticipando la concorrenza. Solo in questo modo un progetto web può emergere rispetto ai competitor sul web.
 
Se poi non hai ancora un sito web professionale che può portarti lead qualificati e clienti, allora tutto questo non fa per te. Probabilmente sei davvero indietro, tecnologicamente parlando, quindi tanto vale non pensarci, salvo poi correre ai ripari spendendo e buttando soldi quando sarà troppo tardi.
 


Autore: Luca Di Matteo
Email: info@lucasweb.it
Google+: https://plus.google.com/u/0/+LucaDiMatteo-it
Facebook: https://www.facebook.com/lucadimatteo
Twitter: https://twitter.com/lucadimatteo

Condividi Post:

Ti è piaciuto questo articolo? Dagli un voto!


Post Correlati :

Inserisci un commento:

Inserisci questo codice di controllo: 9617