Il tuo sito web è stato penalizzato dal punto di vista SEO ? Niente panico, con analisi e metodo si può recuperare il posizionamento...

Se il traffico è calato o scomparso sul tuo sito web potresti aver subito una penalizzazione o un attacco di negative SEO da un tuo competitor, come capirlo ?

Ci sei, finalmente hai un sito web posizionamento bene e per molte buone keywords. Hai lavorato tanto o speso tanti soldi affidandoti a qualche consulente seo e ora hai ottenuto una buona visibilità. Arrivano visite, lead utili per il tuo business e puoi risparmiare qualche soldino dalle campagne di web marketing e social. Tutto bello finchè dura...

Il SEO non è come un diamante, non è per sempre, una volta raggiunta la vetta devi sgobbare davvero. 

Ma improvvisamente il tuo sito perde posizioni su Google. Succede ogni giorno, milioni di siti subiscono oscillazioni anche importanti. Niente panico. Con analisi  e metodo puoi capire cosa sta succedendo e come è possibile recuperare il posizionamento perso e di conseguenza il traffico.
Per prima cosa mettiti in testa che è come in una giungla, ogni giorno un SEO si sveglia e sa che deve correre più veloce del motore di ricerca e del suo competitor per sopravvivere.

Il problema non è solo indicizzare e posizionare un sito web sui motori, ma lavorare per mantenere il risultato raggiunto e migliorarlo giorno per giorno con analisi e tool che il mercato offre. 
Questi tool sono un valore aggiunto che ti permettono di risparmiare tempo e quindi di ottimizzare il tuo lavoro, ma di base devi avere una competenza SEO forte. I SEO tool servono per analizzare quello che fai non per fare SEO al posto tuo. Devi avere chiari i concetti e le strategie SEO da adottare, le impari con teoria e tanta pratica ed esperienza, non può certo dartele un tool, qualsiasi sia il suo costo.

Tante competenze per un solo obiettivo, far crescere il traffico e scalare le SERP dei motori

Indicizzare correttamente e posizionare un sito web è una attività abbastanza articolata, non difficile ma articolata e che toglie tantissimo tempo se fatta in modo professionale. Bisogna avere diverse competenze da mettere insieme. Un buon SEO è solitamente una figura che ha anche un backgroud di programmazione web. Ha basi sistemistiche e conosce i meccanismi di funzionamento dei server e della programmazione delle pagine web dinamiche. Oggi va di moda il "Growth Hacker" che altro non è che quello che una volta si chiamava "Web Master" (dico una volta perchè quando ho iniziato nel 1999 a fare web non esistevano questi nomi e titoli strani), ma approfondiremo in un altro articolo il ruolo di questa figura mitologica.

Analizziamo un caso reale di recupero di posizionamento dopo attacco di negative SEO

Premettiamo che il caso riportato nel grafico dell'immagine del post, è un progetto nostro reale. Non era particolarmente posizionato ma su alcune keywords utili aveva discrete visite e conversioni, specialmente locali. 
Portava un traffico non elevatissimo ma non era male per il suo settore, si trattava di traffico di qualità con ottime conversioni, quasi tutte buone e interessate realmente, insomma potenziali clienti e lead di qualità. Tanti clienti che sono stati raccolti proprio con quelle ricerce organiche del tempo, sono gestiti ancora oggi e ancora oggi sono clienti.
Improvvisamente ci siamo resi conto che c'era qualcosa di anomalo. La prima avvisaglia l'abbiamo avuta controllando la Google Search Console (all'epoca di chiamava Google Webmaster Tool).
Click e impression per keywords troppo strane e fuori tema (adult, coppie, sex) o peggio...
Con uno dei tanti tool che utilizziamo (SeoZoom che da una ottima visione di insieme ai progetti), ci siamo resi conto che c'era un considerevole calo di keywords posizionate in un periodo breve.
Analizzando il profilo backlink abbiamo compreso che avevamo subito un attacco di negative SEO che aveva poi portato Google alla penalizzazione del dominio. 

Cancella i backlink tossici subito, altrimenti sarà tutto tempo perso

Una volta appreso che siamo stati penalizzati con questi backlink tossici, bisogna eliminare i link con un tool di Google. Il disavow link tool di Google ci consente di rimuovere il link. In realtà dice a Google di non tenere più conto di quel link perchè lo "disconosciamo letteralmente". Quindi poi ai prossimi passaggi dello spider, se insieme al disavow, abbiamo fatto anche delle importanti ottimizzazioni, possiamo cominciare a recuperare posizionamento e traffico.
Diciamo che abbiamo un pò dormito sugli allori, anche perchè non avevamo più un monitoraggio sul progetto, presi da altre attività. Il punto sta proprio qui !

Una volta raggiunto il risultato, non puoi mollare la presa. Lavora sempre per migliorare o perderai tutto

Quindi la strategia vincente è ottimizzare e migliorare sempre il tuo sito e i tuoi contenuti. Non fermarsi a risultato ottenuto ma ritornare periodicamente sui contenuti, riprenderli, estenderli e organizzarli, per creare una struttura ad albero valida, intelligente e interessante per lo spider del motore. Sfruttare il blog per creare relazioni e articoli di qualità da condividere. Creare un profilo backlink di qualità e robusto che possa resistere ad attacchi del genere (se hai più siti di qualità parlano bene di te, sarà necessario uno sforzo maggiore per danneggiarti con siti, magari di bassa qualità, che invece parlano male). Analizza periodicamente il profilo backlink e i contenuti. Tieni un monitoraggio sul server e sui tempi di risposta. Verifica periodicamente di rispettare le ottimizzazioni di SEO audit per il "SEO on page" che è fondamentale.

Detto questo è importante diversificare, non puntare ovviamente tutto sul SEO ma in generale su un solo canale di approvigionamento dei lead. Il web marketing è una strategia e come tale presuppone tante azioni su diversi fronti, oppure rischi la roulette russa...
Se hai bisogno di una consulenza SEO su un calo di traffico o per recuperare delle posizioni in SERP, richiedi una analisi gratuita sullo stato di indicizzazione del tuo sito web o leggi informazioni sul nostro servizio di posizionamento SEO.

Buon web e buon posizionamento a tutti.
Lucasweb.it 


Autore: Luca Di Matteo
Email: info@lucasweb.it
Google+: https://plus.google.com/u/0/+LucaDiMatteo-it
Facebook: https://www.facebook.com/lucadimatteo
Twitter: https://twitter.com/lucadimatteo

Condividi Post:

Ti è piaciuto questo articolo? Dagli un voto!

Inserisci un commento:

Inserisci questo codice di controllo: 1845